Skip to content

SOLIDARIETA’ LAVORATORI SOLAGRITAL

marzo 24, 2011

Nel circolo SEL Bojano “E. Berlinguer” siamo fortemente persuasi dell’impegno che metteremo ad appoggiare e sostenere con una convinta solidarietà il presidio organizzato dai lavoratori cassintegrati davanti ai cancelli della Solagrital.
Abbiamo già affrontato il tema in un’assemblea pubblica lo scorso dicembre, producendo, in quella sede, un’interrogazione consiliare presentata al presidente del consiglio regionale Picciano. Il tema era la possibilità concreta, prevista dalla legge, di creare un grande progetto per la filiera agro-alimentare (così come ha già fatto la regione Campania) “rischiando” così di ottenere un finanziamento comunitario di minimo 50 milioni di euro. La soluzione a moltissimi problemi.
Ma allo stato attuale non possiamo non denunciare il comportamento di una dirigenza aziendale, alle immediate dipendenze del potere regionale, completamente indifferente alla condizione e alla sorte dei propri lavoratori, tenuti costantemente sotto lo schiaffo, alle dipendenze fisiche e morali di una gestione clientelare della Solagrital!
Che senso ha la cassa integrazione se poi si assumono lavoratori con l’umiliante contratto dell’avventiziato? A che pro insistere su una razionalizzazione della manodopera causa riassetto produttivo se poi c’è l’ingresso di altri lavoratori, più comodi e forzatamente più silenziosi di chi invece ha tutti i diritti garantiti? Come si può lavorare a chiamata, per poche ore alla settimana come si fosse in un sistema di caporalato? E soprattutto, dov’è la rappresentanza sindacale, che ha la maggiore responsabilità di tutela dei lavoratori, in tutto questo?
Ormai è chiaro a tutti che la dirigenza Solagrital, alle dipendenze dell’ente regionale, funziona come un ufficio di collocamento a tempo al fine di allargare un consenso acquisto con una vera e propria ingerenza nel libero voto. L’azienda patrocina la conservazione del potere sfruttando i bisogni e le necessità di centinaia di persone che, di fronte al miraggio di un posto di lavoro, non hanno altra soluzione che illudersi e sperare, abbandonandosi a qualsiasi condizione. Anche e soprattutto il silenzio.
Tutto questo succede perché il resto di questa comunità non riesce a prendere una posizione, non riesce a fraternizzare con i lavoratori, pensando siano situazioni che non la coinvolgano. Qui a Bojano si è perso il senso del legame sociale, non siamo più abituati a sentire come nostra la sofferenza dell’altro. Solo entrando in quest’ottica lotteremo tutti fianco a fianco per ciò che ci spetta: la dignità e il futuro, per noi e soprattutto per chi verrà dopo di noi.
Per questo il circolo SEL Bojano “E. Berlinguer” conferma la piena solidarietà ai lavoratori cassintegrati che presidiano l’ingresso della Solagrital. Invitando, inoltre, tutti i lavoratori dell’azienda, i cittadini, i commercianti, le persone di buon cuore che hanno cura del destino della propria comunità di pensare alla mobilitazione generale. E denunciando, infine,  l’assenza gravissima dei sindacati! SEL Bojano è pronta! E’ finito il tempo del silenzio! Perché sono il silenzio e l’indifferenza di una comunità che permettono i soprusi dei potenti.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: